D.O.C. Verdicchio dei Castelli di Jesi

La Denominazione di Origine Controllata Verdicchio dei Castelli di Jesi (D.O.C. Verdicchio dei Castelli di Jesi) è riferita alle seguenti tipologie di vino: 

  • Verdicchio dei Castelli di Jesi
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi” Classico
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi” Classico Superiore
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi” Spumante
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi” Passito

La zona di produzione delle uve atte a produrre i vini a denominazione di origine controllata Verdicchio dei Castelli di Jesi ricade nelle province di Ancona e Macerata.

.

I vini a D.O.C. Verdicchio dei Castelli di Jesi devono essere ottenuti da uve provenienti dai seguenti vitigni:

  • Verdicchio: minimo 85%
  • possono concorrere altri vitigni a bacca bianca, presenti in ambito aziendale, idonei alla coltivazione nella Regione Marche, del presente disciplinare, congiuntamente o disgiuntamente, per un massimo del 15%

.

Le rese uva per ettaro per tutte le tipologie dei vini D.O.C. Verdicchio dei Castelli di Jesi sono:

  • Verdicchio dei Castelli di Jesi ton. 14
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico ton. 14
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore ton. 11

A tali limiti, anche in annate eccezionalmente favorevoli, le rese dovranno essere riportate, purché la produzione non superi del 20% i limiti medesimi. Qualora tali limiti vengano superati, tutta la produzione non avrà diritto alla denominazione di origine controllata.

Le uve destinate alla vinificazione dei vini D.O.C. Verdicchio dei Castelli di Jesi, devono assicurare titoli alcolometrici volumici naturali minimi:

  • Verdicchio dei Castelli di Jesi 10,50 % vol.
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico 10,50 % vol.
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore 11,50 % vol.
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi Spumante 9,00 % vol.
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi passito (dopo l’appassimento) 15,00 % vol.

La resa massima dell’uva in vino finito, pronto per il consumo, non deve essere superiore al 70%, anche per la tipologia spumante. Qualora superi questo limite, ma non il 75%, l’eccedenza non ha diritto alla denominazione di origine controllata; oltre il 75% decade il diritto alla denominazione di origine controllata per tutto il prodotto.

La tipologia Spumante può essere commercializzata nei tipi: da Extra-Brut a secco.

Le uve idonee alla produzione del vino a D.O.C. Verdicchio dei Castelli di Jesi possono essere destinate alla produzione della tipologia Passito, dopo essere state sottoposte ad un periodo di appassimento che può protrarsi fino al 30 marzo dell’anno successivo a quello della vendemmia, e la vinificazione non deve essere anteriore al 15 ottobre dell’anno di produzione delle uve. Tale procedimento deve assicurare, al termine del periodo di appassimento, un contenuto zuccherino non inferiore al 23,00%. La resa massima di uva fresca in vino non deve essere superiore al 45%.

.

Caratteristiche dei vini al consumo

I vini a D.O.C. Verdicchio dei Castelli di Jesi, all’atto dell’immissione al consumo, devono avere le seguenti caratteristiche:

Verdicchio dei Castelli di Jesi

  • colore: giallo paglierino tenue;
  • odore: delicato, caratteristico;
  • sapore: asciutto, armonico, con retrogusto gradevolmente amarognolo;
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50% vol;
  • acidità totale: 4,5 g/l;
  • estratto non riduttore minimo: 14,0 g/l.

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico

  • colore: giallo paglierino tenue;
  • odore: delicato caratteristico;
  • sapore: asciutto, armonico, con retrogusto gradevolmente amarognolo;
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50% vol;
  • acidità totale: 4,5 g/l;
  • estratto non riduttore minimo: 15,0 g/l.

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore

  • colore: giallo paglierino;
  • odore: delicato caratteristico;
  • sapore: asciutto armonico con retrogusto gradevolmente amarognolo;
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00 % vol;
  • acidità totale: 4,5 g/l;
  • estratto non riduttore minimo: 16,0 g/l.

Verdicchio dei Castelli di Jesi Passito

  • colore: dal giallo paglierino intenso all’ambrato;
  • odore: caratteristico, intenso;
  • sapore: da amabile a dolce, armonico, vellutato, caratteristico;
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 15,00% vol di cui effettivo almeno 12,00% vol;
  • estratto non riduttore minimo: 22,0 g/l;
  • acidità totale minima: 4,0 g/l;
  • acidità volatile massima: 25 meq/l.

Verdicchio dei Castelli di Jesi Spumante

  • spuma: fine e persistente;
  • colore: giallo paglierino più o meno intenso con eventuali riflessi verdolini;
  • odore: proprio, delicato, fine ampio e composito;
  • sapore: da extrabrut a secco, sapido, fresco, fine e armonico;
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50% vol;
  • acidità totale: 4,5 g/l;
  • estratto non riduttore minimo: 15,0 g/l.

.

Produttori

BORTOLUCCI GIANLUCA Azienda Agraria (Morro d’Alba – AN)

Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico “Quota 33”

Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico Superiore “Quota 33”

.

VIGNA DEGLI ESTENSI Societa’ Agricola s.s. (Senigallia – AN)

Verdicchio dei Castelli di Jesi DOCG Riserva “Logos”

Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico Superiore “Soteria”

.

DISCIPLINARE

Download

D.O.C. Verdicchio dei Castelli di Jesi.pdf

Download

.

Lascia un commento