D.O.C.G. Valtellina Superiore

La Denominazione di Origine Controllata e Garantita Valtellina Superiore (D.O.C.G. Valtellina Superiore), anche con l’indicazione delle sottozone Maroggia, Sassella, Grumello, Inferno, Valgella, è riferita alle seguenti tipologie di vino: Valtellina Superiore e Valtellina Superiore Riserva.

I vini ottenuti dal coacervo di uve, mosti e vini provenienti da due o più delle predette sottozone geografiche vengono designati in etichetta soltanto con la denominazione Valtellina Superiore. È consentita l’utilizzazione della dizione Stagafassli in aggiunta alla denominazione Valtellina Superiore limitatamente al prodotto imbottigliato nel territorio della Confederazione Elvetica. L’utilizzo di tale dizione esclude automaticamente la possibilità di indicare sia le sottozone Maroggia, Sassella, Grumello, Inferno e Valgella sia la qualificazione Riserva sia ulteriori riferimenti geografici aggiuntivi.

I vini a D.O.C.G. Valtellina Superiore devono essere ottenuti da uve provenienti dai seguenti vitigni:

  • Nebbiolo, (localmente denominato Chiavennasca): minimo 90%
  • possono concorrere altri vitigni a bacca rossa non aromatici idonei alla coltivazione nella Regione Lombardia fino ad un massimo del 10% del totale

La produzione massima di uva ad ettaro dei vigneti in coltura specializzata e la gradazione minima naturale per la produzione dei vini a D.O.C.G. Valtellina Superiore sono le seguenti:

  • produzione massima: 8 t/ha
  • titolo alcolometrico volumico naturale minimo: 11,00% vol.
  • titolo alcolometrico volumico naturale minimo (con indicazione di una delle seguenti sottozone: Maroggia, Sassella, Grumello, Inferno, Valgella) : 11,50% vol.

La resa massima dell’uva in vino finito non deve essere superiore a 56 hl/ha. Qualora superi detto limite, ma non 60 hl/ha, l’eccedenza non ha diritto alla denominazione di origine controllata e garantita. Oltre 60 hl/ha decade il diritto alla denominazione di origine controllata e garantita per tutto il prodotto.

I vini a D.O.C.G. Valtellina Superiore possono essere immessi al consumo dopo un periodo minimo di invecchiamento e di affinamento di ventiquattro mesi, dei quali almeno dodici in botti di legno. Il predetto periodo di invecchiamento obbligatorio decorre dal 1 dicembre successivo alla vendemmia. I vini a D.O.C.G. Valtellina Superiore sottoposti ad un periodo di invecchiamento di almeno tre anni possono portare la specificazione aggiuntiva Riserva.

  

Caratteristiche dei vini al consumo

I vini a D.O.C.G. Valtellina Superiore, all’atto dell’immissione al consumo, devono avere le seguenti caratteristiche:

  • colore: rosso rubino tendente al granato
  • odore: profumo caratteristico, persistente e sottile gradevole
  • sapore: asciutto e leggermente tannico, vellutato, armonico e caratteristico
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00% vol.
  • acidità totale minima: 4,5 g./l.
  • estratto non riduttore minimo: 23 g./l.

 

Produttori

SELVA PIETRO Azienda Agricola (Castione Andevenno – Sondrio)

 

DISCIPLINARE

Download

D.O.C.G. Valtellina Superiore.pdf

Download

Lascia un commento