D.O.C.G. Lison

La Denominazione di Origine Controllata e Garantita Lison (D.O.C.G. Lison) è riferita alle seguenti tipologie di vino: Lison e Lison classico.

I vini a D.O.C.G. Lison sono caratterizzati da un’ottima struttura, un buon equilibrio acido e dall’intensità dei profumi. Il colore è normalmente giallo paglierino con riflessi verdognoli più o meno intensi anche in relazione all’eventuale macerazione a contatto con le bucce. All’olfatto sono ricchi con evidenti note floreali e frutta fresca mentre al gusto ritorna la specificità del territorio con una marcata sapidità e persistenza gustativa con finale tipico di mandorla amara. I vini bianchi esprimono meglio le loro qualità se consumati entro un anno dalla produzione anche se nel medio periodo di invecchiamento mantengono inalterate le loro peculiarità.

.

La zona di produzione delle uve destinata alla produzione dei vini a D.O.C.G. Lison comprende i seguenti territori amministrativi comunali:

  • Provincia di Venezia: Annone Veneto, Cinto Caomaggiore, Gruaro, Fossalta di Portogruaro, Pramaggiore, Teglio Veneto, e parte del territorio dei comuni di Caorle, Concordia Sagittaria, Portogruaro, San Michele al Tagliamento, Santo Stino di Livenza
  • Provincia di Treviso: Meduna di Livenza e parte del territorio di Motta di Livenza
  • Provincia di Pordenone: Chions, Cordovado, Pravisdomini e parte dei territori di Azzano Decimo, Morsano al Tagliamento, Sesto al Reghena

La zona di produzione delle uve destinata alla produzione dei vini a D.O.C.G. Lison classico comprende le seguenti frazioni:

  • Lison, Pradipozzo e Summaga, in comune di Portogruaro
  • Belfiore, Blessaglia e Salvarolo, in comune di Pramaggiore
  • Carline e Loncon, in comune di Annone Veneto, e parte del territorio amministrativo dei comuni di S. Stino di Livenza e Cinto Caomaggiore

.

I vini a D.O.C.G. Lison devono essere ottenuti da uve provenienti dai seguenti vitigni:

  • Tai: minimo 85%
  • possono inoltre concorrere, da sole o congiuntamente, le uve di altri vitigni a frutto di colore analogo, non aromatici, purché idonei alla coltivazione nelle rispettive provincie di Venezia, Treviso e Pordenone in misura massima del 15%

.

La resa massima di uva per ettaro in coltura specializzata delle varietà di viti destinate alla produzione dei vini a D.O.C.G. Lison e il rispettivo titolo alcolometrico volumico naturale minimo sono i seguenti:

Lison

  • produzione massima: 11 t/ha
  • titolo alcolometrico volumico naturale minimo: 11,00% vol.

Lison classico

  • produzione massima: 10 t/ha
  • titolo alcolometrico volumico naturale minimo: 11,50% vol.

La resa massima dell’uva in vino finito non deve essere superiore al 70%. Qualora superi questo limite, ma non il 75%, l’eccedenza non ha diritto alla denominazione di origine. Oltre il 75% decade il diritto alla denominazione di origine controllata e garantita per tutto il prodotto.

.

Caratteristiche dei vini al consumo

I vini a D.O.C.G. Lison, all’atto dell’immissione al consumo (che non possono essere prima del 1° marzo dell’anno successivo alla vendemmia), devono avere le seguenti caratteristiche:

Lison e Lison classico

  • colore: giallo paglierino più o meno intenso talvolta con riflessi dal verdognolo al dorato
  • odore: caratteristico, gradevole
  • sapore: asciutto, vellutato con eventuale percezione gradevole di legno
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,00% vol. e 12,50% vol. nella tipologia “classico”
  • acidità totale minima: 4,5 g./l.
  • estratto non riduttore minimo: 20 g./l.

.

DISCIPLINARE

Download

D.O.C.G. Lison.pdf

Download

.

Lascia un commento