Che vino bere con le carni bianche

Con i piatti di vitello o di maiale si può scegliere tra i vini bianchi e i rossi leggeri, la scelta dipende soprattutto dal tipo di cottura e dal gioco degli aromi. Se il vino è chiamato a rinfrescare il palato e ad accentuare il gusto della carne, dovrà avere un’acidità abbastanza sostenuta. Se si desidera solo una bottiglia che tenga compagnia alla pietanza, dovrà essere servito un vino fruttato… per i sostenitori del rosso, un vino leggero, non troppo intenso, sarà una buona soluzione. I bianchi fruttati terranno benissimo testa ai ragù di carni bianche. Se i piatti sono molto speziati, tuttavia, un rosso leggero sarà più appropriato. Riservate i migliori Franciacorta ed i Cabernet per le ricette di vitello “en croûte” (questi piatti, peraltro, si abbinano perfettamente anche con vini rossi semplici, diretti e leggeri).

 

Un vino corposo per il vitello

I vini bianchi a base di chardonnay o di sauvignon, corposi e secchi, accompagnano con successo l’arrosto di vitello. Anche un rosso mediamente corposo e piuttosto leggero (un Cabernet, per esempio) si sposa egregiamente con questo piatto classico. L’abbinamento si conferma anche con cotolette e scaloppe, purché non in salsa. Una salsa alla panna richiede un bianco secco e corposo, come certi vini dell’Alto Adige e del Friuli; le salse brune esigono rossi leggeri ma pieni; le salse al pomodoro avranno bisogno di un vino generoso, adatto a contrastare la loro acidità.

 

Un po’ di acidità per il maiale

Per l’arrosto di maiale cercate un vino robusto, fruttato, dotato di molta acidità che si opporrà al grasso. Qualche bianco secco (come certi Riesling) potrà dare vita ad abbinamenti interessanti. Se si preferiscono i rossi, bisognerà sceglierli un po’ corposi (per esempio un Chianti), dotati di un fruttato e di un’acidità non eccessivi. Scordatevi dei vini fini o troppo delicati: un Dolcetto o un vino dell’Oltrepò vi soddisferanno perfettamente. Per le costolette di maiale è consigliabile un vino robusto, rosso o bianco. Sulle grigliate si può provare anche un Bardolino. Quando le ricette sono più complesse, la scelta del vino dipende dall’inseme degli ingredienti. Per la casoeûla, per esempio, si prenderà un rosso diretto, robusto e strutturato, come un Barbacarlo, un Gattinara o un Barbera d’Asti.

 

Gli abbinamenti ideali per le frattaglie

Con il rognone alla griglia è meglio presentare un Cabernet friulano fine o un vino toscano dello stesso livello. Se si prevede una preparazione alla fiamma, andranno bene un Chianti invecchiato o un Rosso di Montalcino. I rognoni trifolati, serviti con salse ricche e cremose o con i funghi, dovrebbero orientare la scelta verso un Marzemino, un Merlot di Aprilia o un Ischia Rosso. Serviti con salse forti e speziate, si abbineranno bene con un vino bianco mediamente invecchiato. Con un fegato ai ferri, ci vogliono vini decisi ma fini, capaci di sposarsi con la carne delicata: Lagrein Kretzer dell’Alto Adige, Grignolino del Piemonte. Le animelle di vitello semplicemente brasate si accordano con vini tratti da cabernet, gamay o pinot nero. Questo tipo di vini si accompagna bene anche con la trippa. Le animelle in salsa alla panna saranno perfette con un Rosso dei Colli di Luni, un Botticino o un Rosso di Barletta.

 

I vini giusti per alcuni piatti tradizionali

VITELLO

  • Cima alla genovese : Matino Rosato, Lagrein Kretzer, Chiaretto del Garda
  • Costoletta alla milanese : Franciacorta Rosso, Dolcetto di Ovada, Santa Maddalena
  • Garretto al forno : Buttafuoco dell’Oltrepò, Freisa d’Asti, Barbera dei Colli Tortonesi
  • Nodino ai funghi : Merlot dei Colli Orientali del Friuli, Marzemino, Grignolino
  • Ossobuco alla milanese : Valpolicella, Barbera dell’Oltrepò, Cellatica
  • Vitello tonnato : Bardolino, Parrina Rosato, Grignolino

MAIALE

  • Braciole alla griglia : Valpolicella, Lago di Caldaro, Cirò Rosato
  • Casoeûla : Barbacarlo dell’Oltrepò, Barbera d’Asti, Gattinara
  • Rosticciata : Barbera dell’Oltrepò, Rosso Conero, Barbera d’Alba

FRATTAGLIE

  • Trippa : Botticino, Lago di Caldaro, Bardolino
  • Cervella al burro : Cortese dell’Oltrepò, Bianco di Pitigliano, Soave
  • Fegato alla veneziana : Riviera del Garda Rosso, Merlot di Grave, Cabernet di Pramaggiore
  • Rognone trifolato : Marzemino del Trentino, Merlot di Aprilia, Cabernet dei Colli Orientali del Friuli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *