Che vino bere con il pollame

Tradizionalmente il pollame si sposa da sempre con successo con i vini bianchi. È tuttavia possibile cercare l’abbinamento giusto per il tipo di carne e per le diverse preparazioni in un’ampia gamma di vini. Tutti i gastronomi concordano nell’inserire pollo e tacchino tra le carni bianche, mentre sull’anatra e sull’oca ci sono diverse correnti di pensiero: chi le inserisce tra le carni rosse in quanto le carni sono da consumarsi ancora rosa, altri le considerano selvaggina in quanto le loro carni hanno un gusto assai forte, altri le inseriscono tra il pollame per ragioni più pratiche. Abbiamo optato per quest’ultima classificazione, senza scordare di precisare quali siano gli abbinamenti specifici, raccomandati da una tradizione gastronomica.

 

Poche regole d’oro

Generalmente il pollo ed il tacchino sono cotti arrosto. Il tacchino, più asciutto, è valorizzato da ripieni saporiti, da salse o da contorni piuttosto ricchi. I vini rossi leggeri andranno bene per i ripieni leggeri mentre con piatti più sostenuti o con una guarnizione di tartufi, occorrerà prevedere vini più potenti. L’anatra e l’oca possono sposarsi con vini bianchi potenti e decisi: un grande Riesling o un Gewürztraminer di buona annata apporteranno la freschezza, l’acidità ed il fruttato necessari per resistere al grasso. Per valorizzare i piatti, privilegiate i vini della loro regione d’origine: sull’anatra ripiena alla veneziana, si serve un Cabernet del Piave o un Merlot di Lison-Pramaggiore; con quella arrosto al Vin Santo preferite un Chianti di buone annate. L’oca è accompagnata, secondo le ricette, da vini rossi fini (Torgiano, Lagrein Dunkel, Donnas) o giovani e beverini (Sangiovese di Romagna, Grignolino). Per piatti di pollame serviti freddi, sia semplici sia in salsa, basteranno vini rossi leggeri ma pieni.

 

Pollame al vino

Si tratta di abbinamenti delicati ma gratificanti, che determinano il successo di grandi pranzi. Il raffinatissimo pollo allo Champagne deve essere accompagnato da uno Champagne brut. Il pollo servito con una salsa alla panna legherà bene con un vino robusto: Castel del Monte, Chiaretto, Lagrein Kretzer. Questa scelta vale per il pollame cotto in umido. Il tradizionale “coq au vin” sarà servito preferibilmente in compagnia del vino nel quale è stato marinato, non necessariamente rosso.

 

Abbinamenti per il pollame

I vini che si sposano felicemente con il pollame, come pure per le carni bianche, sono numerosi. Se stufate, prediligono generalmente vini rossi di medio corpo tra cui per esempio: Donnas della Valle d’Aosta, Carema del Piemonte, Cabernet Franc Friulano, Cannonau Sardo, Grignolino del Monferrato, Morellino di Scansano, Rosso Conero, Rosso Piceno, Montepulciano d’Abruzzo, Refosco dal Peduncolo Rosso, Merlot del Piave. Se cotte alla griglia o alla brace, si sposeranno meglio a rossi freschi e leggeri tra cui per esempio: Grignolino d’Asti, Rossese di Dolceacqua, Blauburgunder, Marzemino del Trentino, Lambrusco di Sorbara.

 

I vini giusti per alcuni piatti tradizionali
  • Anatra ripiena all’arancia : Cabernet Franc di Lison-Pramaggiore, Montefalco Sagrantino, Taurasi
  • Cappone bollito : Dolcetto d’Acqui, Chianti dei Colli Fiorentini, Bonarda dell’Oltrepò
  • Faraona alle mandorle : Carmignano, Nebbiolo d’Alba, Cabernet dei Colli Berici
  • Galatina di pollo : Riesling del Trentino, Bianco di Custoza, Pinot dell’Oltrepò
  • Gallina brasata : Barbera d’Asti, Vino Nobile di Montepulciano, Ischia Rosso
  • Insalata di pollo : Trebbiano della Val Trebbia, Malvasia di Casorzo, Riesling dell’Oltrepò
  • Oca in agrodolce : Donnas, Gutturnio, Lagrein Dunkel dell’Alto Adige
  • Pollo ai peperoni : Rossese di Dolceacqua, Freisa d’Asti, Marzemino del Trentino
  • Pollo alla cacciatora : Cabernet di Pramaggiore, Merlot del Grave, Marzemino del Trentino
  • Pollo alla marengo : Grignolino d’Asti, Rosso Corbara, Rosso San Severo
  • Pollo arrosto : Colli Euganei rosso, Franciacorta Rosso, Bardolino
  • Tacchinella alle castagne : Nebbiolo d’Alba, Chianti Classico, Cabernet del Piave
  • Tacchino arrosto : Pinot Nero della Valle d’Aosta, Tignanello, Regaleali Rosso

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *