Il mondo degli aromi

L’esame olfattivo dà numerose indicazioni sulle caratteristiche del vino. La sensibilità agli odori sembra misteriosa ai dilettanti, che la considerano una prerogativa dei sommelier professionisti. Che errore! é facile educare i propri sensi a cogliere e a valutare le sensazioni che di volta in volta si presentano.Per l’esperto, come per il neofita, la scoperta di un vino passa attraverso due fasi: la prima è la percezione della a consiste nel darle un nome e nel memorizzarlo.

 

Che cos’è un aroma?

Gli aromi del vino sono gli odori che esso libera e che derivano dai componenti stessi del vino. I chimici attribuiscono a ogni aroma denominazioni che possono scoraggiare i non addetti ai lavori. Ma rassicuratevi, le parole del vino sono quelle del mondo quotidiano: il degustatore di vini, infatti, ricorre al metodo analogico per identificare e per designare gli aromi, che richiamano vegetali, fiori, frutti… Annusando un vino coglierete prima l’intensità e la durata della sensazione aromatica. Poi, annusando ancora a più riprese, potrete identificare gli odori in base alla loro categoria (vegetale, legnoso, fruttato, floreale, animale…) e poi scomporli ulteriormente. Scoprirete allora odori di ribes, di miele, di violetta… soli o associati.

 

Lascia un commento